Foto dai toni caldi in tutte le stagioni, con la pellicola Lomography Redscale XR

Con l’avvento del digitale creare dominanti cromatiche in fotografia è diventato un gioco da ragazzi, basta applicare ai propri scatti uno dei tanti filtri già pronti, oppure con un po’ di pratica in più si raggiunge il risultato con qualche passaggio di post-produzione.

Ma farlo in fotografia analogia è tutta un’altra storia.

In questo articolo vi voglio far conoscere una pellicola molto particolare: si tratta della Redscale XR 50-200 prodotta da Lomography, una azienda molto dinamica che produce prodotti di fotografia analogica, dalle pellicole alle fotocamere. Il loro motto può essere riassunto in “non pensare troppo, divertiti a scattare”. Ed in effetti i film di Lomography sono particolarmente divertenti. Nel nostro caso questa pellicola dona alle immagini tonalità calde in rosso, arancione e giallo ma anche parti in blu, che rendono la foto ancora più creativa.

Palazzo del Capitano del Popolo, Perugia. Foto realizzata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200 esposta ad ISO100. Foto di Michele Benda. 21 Dicembre 2020.

La sua caratteristica molto interessante è che può essere esposta in un range di sensibilità compresa tra 50 e 200 ISO, modificando il risultato cromatico che si ottiene:

  • ad ISO bassi e con tempi di esposizione lunghi, i colori sono simili a quelli reali, con tonalità azzurre nelle parti più luminose.
  •  ad ISO alti e con tempi di esposizione brevi, i colori tendono sempre di più verso il rosso intenso, inoltre è avvertibile un aumento della grana.

Questo film regge bene anche una sovraesposizione a 25 ISO, con l’effetto dei colori caldi molto meno presente. Invece sotto i 200 ISO il colore rosso diventa predominante e la grana intensa.

Lo sviluppo della Lomography Redscale XR 50-200 avviene con il normale processo C-41 e non è necessario il tiraggio nel caso di esposizioni tra 25 e 200 ISO.

È disponibile sia a negozio che online nella confezione da 3 rulli, in offerta per un periodo di tempo limitato. Non resta che provarlo con la propria fotocamera 35mm!

Qui di seguito potete vedere alcune immagini scattate a Perugia il 21 dicembre scorso con una Nikon FT

Michele Benda

Ingresso del percorso pedonale meccanizzato che porta dalla Cupa in via dei Priori, Perugia. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021
Fontana Maggiore, Perugia. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021.
Un cane si scalda ai raggi del sole in piazza San Francesco, Perugia. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021.
Via Mazzini durante la pausa pranzo, Perugia. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021.
Scorcio dalle scale mobili di via Pellini, Perugia. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021.
Veduta panoramica sul quartiere di Monteluce, Perugia. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021.
Vista da Perugia sulla Valle Umbra nascosta dalla nebbia. Sullo sfondo il Monte Subasio ed in lontananza il Monte Vettore innevato. Fotografata con pellicola Lomography RedScale Xr 50-200. Foto di Michele Benda. 21 dicembre 2021.
[]